Regole per un web accessibile

Cos’è il Word Wild Web Consortium? È un’associazione non governativa internazionale. Il suo scopo è quello di sviluppare il web sotto ogni suo aspetto e potenzialità.

Il W3C stabilisce standard tecnici per il World Wide Web inerenti sia i linguaggi di markup che i protocolli di comunicazione. I linguaggi di markup sono un insieme di regole che descrivono i meccanismi di rappresentazione di un testo in una pagina web. Un protocollo di comunicazione, invece, definisce le modalità di comunicazione tra due o più entità seguendo delle regole formalmente descritte.

Ecco, in breve, 14 linee guida per avere un sito web accessibile:

  1. Fornire alternative simili per i contenuto video e audio: l’alternativa deve svolgere la stessa funzione o raggiungere lo stesso scopo del contenuto visivo o acustico.
  2. Non fare affidamento solo sul colore: il testo e la parte grafica devono essere comprensibili anche senza colori.
  3. Usare marcatori e fogli di stile in modo appropriato: marcare i documenti con gli appositi elementi strutturali. Controllare la presentazione con i fogli di stile piuttosto che con gli elementi e gli attributi di presentazione.
  4. Usare il linguaggio markup per rendere chiaro il linguaggio naturale: utilizzare marcatori che agevolino la pronuncia o l’ interpretazione di testi in lingua straniera con abbreviazioni e acronimi.
  5. Creare tabelle che si trasformino in maniera elegante: assicurarsi che le tabelle abbiano la marcatura necessaria per essere trasformate dai browser e da altri user agent.
  6. Garantire che le pagine che utilizzano le tecnologie più recenti si trasformino in maniera distinta: assicurarsi che le pagine rimangano accessibili anche quando le tecnologie più recenti non sono supportate o sono disattivate.
  7. Garantire all’utente il controllo dei mutamenti di contenuto che dipendono dal tempo: assicurarsi che il movimento, il lampeggiare, lo scorrere e l’ auto-aggiornamento degli oggetti possa essere messo in pausa o arrestato.
  8. Assicurare l’accessibilità diretta delle Interfacce Utente Incorporate: assicurarsi che l’interfaccia utente sia conforme ai principi di progettazione accessibile: accesso alle funzionalità indipendente dal dispositivo, possibilità di operare da tastiera, comandi vocali, etc.
  9. Progettare per sostenere l’indipendenza dal dispositivo: usare funzioni che permettano di attivare gli elementi della pagina mediante una varietà di dispositivi.
  10. Usare soluzioni temporanee: usare soluzioni provvisorie per l’ accessibilità, affinché le tecnologie assistive e i browser più vecchi possano operare correttamente.
  11. Usare le tecnologie e le linee guida del W3C: usare le tecnologie W3C (in conformità con le specifiche) e seguire le linee guida per l’ accessibilità. Nei casi in cui non sia possibile usare una tecnologia W3C, oppure nell’utilizzarla si ottenesse materiale che non si trasforma in maniera elegante, fornire una versione alternativa, che sia accessibile, del contenuto.
  12. Fornire informazioni di contesto e orientamento: fornire informazioni di contesto e orientamento per aiutare gli utenti a comprendere pagine o elementi complessi.
  13. Fornire meccanismi di navigazione chiari: dare meccanismi di navigazione chiari e consistenti – informazioni di orientamento, barre di navigazione, una mappa del sito, etc. – per aumentare la probabilità che una persona possa trovare sul sito ciò che sta cercando.
  14. Assicurare che i documenti siano chiari e semplici: garantire che i documenti siano chiari e semplici, affinché possano essere più facilmente comprensibili.